Il proiezionista

Anno 
2019
Pagine 
320
ISBN 
9788832035292

Il proiezionista

Una piccola storia italiana sospesa tra denaro e virtù

Nell’Italia dei giorni nostri, “un singolare triangolo d’affetti. Affetti spezzati, nascosti o, ancora, nascenti che si incrociano intorno a una vicenda inquieta e oscura che anela alla pace e alla ricomposizione”. (Roberto Dutto)
Da un lato: i giochi finanziari sbagliati di Giorgio Giachelli che inguaiano inesorabilmente il benessere non solo economico della sua famiglia.
Dall’altro: la generosità di Fredo (il proiezionista), fratello di Giorgio, capace con semplicità di tendere una mano in aiuto, pur di recuperare relazioni troppo frettolosamente interrotte.
Al centro: Nina, la giovane figlia di Giorgio, che per crescere ha bisogno di capire il mondo che la circonda. Un mondo fatto di sentimenti profondi, ma anche di fatali fragilità.
Un romanzo intenso, a tratti malinconico e insieme ironico, con un messaggio di speranza finale: “Nella vita come nel cinema, finito un tempo, un altro comincia”.

L'autore 

Ermanno Giraudo (Cuneo, 1965) ha esordito nel 2011 con il romanzo storico Isacco e le tredici stelle di David (Araba Fenice). Nel 2014 ha pubblicato il libro per ragazzi Toni e Katia nel Far West (Primalpe).
Con il romanzo La Mosca Cieca (Nerosubianco, 2015) è stato finalista all’VIII “Premio letterario nazionale Giovane Holden” di Lucca e vincitore al terzo posto nel Concorso letterario Europeo “Premio Wilde 2017”.

X