Una goccia d'ambra nella neve

Pagine 
112
ISBN 
9788898007455

Disponibile in

Questo volume è disponibile anche in formato PDF; per ottenere le informazioni su come riceverlo compila il form con i dati richiesti:

Una goccia d'ambra nella neve

In una piccola città dalla gloria sepolta, freddissima e contaminata, sui cui abitanti incombe l’angoscia di un disastro ecologico, s’incontrano una donna dal fascino inquietante e dal misterioso passato, Sylvabel, e un ragazzo solitario e sensibile, Andreas. La prima sembra percepire l’approssimarsi di una tragedia; il secondo vive con profondo disagio il rapporto con il padre, un usuraio, e con la madre, che nutre verso di lui un desiderio incestuoso. È l’ultimo giorno di dicembre; sulla regione sta per abbattersi una tempesta che – si mormora – altrove ha già provocato morte e distruzione. Un’atmosfera morbosa, da soluzione finale, aleggia su tutto e su tutti. L’odio è l’unico vero dio: e chi non lo adora dev’essere punito. Per questo, quando il padre di Andreas viene assassinato, tutta la città è concorde nel condannare colei che non ubbidisce alle regole degli altri, l’ancestrale capro espiatorio, la strega: Sylvabel. E, con lei, la libertà.

L'autore 

Fabrizio Catalano (Palermo, 14 ottobre 1975) è regista e drammaturgo. Negli ultimi tempi ha riscosso un notevole successo di pubblico e critica con spettacoli tratti da alcuni testi di Leonardo Sciascia – Il giorno della civetta, Todo modo, A ciascuno il suo – oppure nati dalla sua fantasia – Amore intorno al vuoto. Autore di vari articoli e brevi saggi, fra i quali La luna nell’albero, inserito nell’almanacco Panta Sciascia, edito da Bompiani, è stato per tre anni direttore artistico del Teatro Regina Margherita di Racalmuto. Ha realizzato documentari e cortometraggi e ha tradotto dal francese delle pièces di Charles Van Lerberghe, Georges Rodenbach, Auguste de Villiers de l’Isle-Adam. 

X