Contrasti in natura

l’outlet
In queste pagine sono presentati i “remainders”, libri d’occasione nuovi
ma provenienti dalle eccedenze di magazzino e dagli stock di copie invendute.
I libri sono pienamente integri, anche se quelli più datati potrebbero presentare segni di vecchiaia sulle copertine.
Nerosubianco ti propone un catalogo molto vasto di libri remainders
(in ottemperanza alla Legge n. 128/11 del 27 luglio 2011 che disciplina il prezzo dei libri)
ISBN 
9788889056226
Numero pagine 
128

Contrasti in natura

Luci, linee, forme e colori ELEGANTE VOLUME CARTONATO

I nostri antenati, per nulla tecnologici, sapevano muoversi perfettamente a loro agio nel mondo naturale. Bastavano pochi minuti in un bosco per sapere dove erano nascosti gli animali, per capire dove si poteva trovare acqua o cibo, per individuare un riparo per la notte, per percepire quale sarebbe stato il tempo meteorologico. I loro sensi (vista, udito, odorato) non erano probabilmente più acuti dei nostri, ma sapevano come usarli per “capire” la natura che li circondava. E capire la natura, significa anche goderla, sentirsi felici a contatto con essa, imparare a guardarla ed ammirarla con commozione. Quante persone oggi di fronte ai grandi spettacoli della natura non provano nulla!

Perché non sanno più guardare un paesaggio o un fenomeno naturale con occhi curiosi e pieni di stupore.

La natura non è solo quella dei grandi spazi, dei parchi, dei paesaggi mozzafiato. La natura, nonostante tutti gli scempi che abbiamo creato, ci circonda; per strada, sui nostri balconi, spesso addirittura in casa c’è sempre qualche essere vivente con il suo incredibile mondo. Impariamo ad osservare come ben sa fare Lucia Pettigiani con la sua macchina fotografica.

La fotografia può aiutarci ad osservare meglio. Le immagini, soprattutto se realizzate da un bravo fotografo, hanno la forza di trasmettere messaggi, di mettere in comunicazione le persone, superando le barriere linguistiche, psicologiche, razziali.

Basta saper guardare. 

L'autore 

Lucia Pettigiani, cuneese d’adozione, insegnante di scuola primaria in pensione, appassionata di fotografia e di escursionismo,percorre da più di trent’anni la provincia di Cuneo, in ogni stagione, alla scoperta delle tante bellezze naturali. Studia con attenzione e meticolosa pazienza ogni inquadratura e per uno scatto è disposta a lunghi e faticosi spostamenti a piedi, spesso prima dell’alba. La scelta dell’immagine non è mai banale, ma evidenzia quella vena poetica che si manifesta poi nei commenti alle fotografie. Numerose le sue proiezioni pubbliche, per la Pro Natura o altri enti, soprattutto relative alla provincia di Cuneo,di cui è ormai una profonda conoscitrice. Nel 2005 ha pubblicato con Domenico Sanino “Cuneo: una provincia in bianco ed in blu”, edito da Nerosubianco.

Domenico Sanino, cuneese, laureato in Scienze Biologiche, insegnante di liceo, giornalista pubblicista, si interessa da molti anni della salvaguardia della natura e del patrimonio storico-artistico della provincia di Cuneo. Dal 1994 è presidente della Pro Natura Cuneo. È stato anche presidente (2000-2008) della Pro Natura Piemonte;attualmente ricopre la carica di vice-presidente. Attraverso l’organizzazione di conferenze, convegni ed incontri si propone di far conoscere i vari ambienti naturali e le risorse che essi offrono. È direttore responsabile del Notiziario della Pro Natura Cuneo; molti i suoi contributi di argomenti scientifici e di storia locale su giornali e riviste. Ha collaborato con Adriano Sciandra al censimento del verde di Cuneo ed ha pubblicato nel 1998il volume “Cuneo, tra parchi e giardini” edito dall’Arciere. Per conto della medesima casa editrice ha pubblicato nel 2005 “Acqua, alla scoperta di un elemento fondamentale” e, sempre nel 2005 (edizioni Nerosubianco), “Cuneo, una provincia in bianco ed in blu”. Del 2007 è “Tesori d’Oriente e d’Occidente, spezie ed erbe aromatiche”, edizioni Nerosubianco.

X