Percorsi dell’immaginazione e della conoscenza nelle Operette morali di Giacomo Leopardi

ISBN 
9788898007783
Pagine 
92

Disponibile in

Questo volume è disponibile anche in formato PDF; per ottenere le informazioni su come riceverlo compila il form con i dati richiesti:

Percorsi dell’immaginazione e della conoscenza nelle Operette morali di Giacomo Leopardi

Il libro propone la mappa dei rapporti che (quasi) spontaneamente si sono prodotti fra le operette dalle quali ciascun capitolo prende spunto. Rispetto alla complessiva unità dell’opera, ad esempio, Il Dialogo della Natura e di un’Anima “chiama” quello di Federico Ruysch e delle sue mummie, in quanto rispettivamente immagi­na­ri prequel e sequel della favola ironica dell’esistenza umana. Tra il tempo di ciò che non è ancora, come l’Anima, e quello di ciò che è già stato, come i Morti, ha luogo la lunga teoria di degenerazioni e di sofferenze saggiata dai protagonisti de La scommessa di Prometeo. Una storia immensa, ma al contempo tale da non costituire niente più che «un neo, un bruscolo» nella prospettiva metafisica del Cantico del Gallo Silvestre e del Frammento apocrifo di Stratone da Lampsaco.
Il percorso attraversa le Operette morali approfondendo i modi, le costanti, le svolte di una filosofia fattasi, in primo luogo, parola demistificante. Esso esamina le forme più caratteristiche per il complesso della raccolta, quelle del dialogo satirico e del conte philosophique, ma soprattutto evidenzia i punti di emergenza di una parola tendente al canto e alla poesia in un modo essenzialmente nuovo (Coro di morti, Cantico) e rivela le tracce dei miti oculatamente dissimulati nel testo (nel Cantico o nel Frammento) o addirittura resi del tutto silenti (come nel Dialogo della Natura e di un’Anima).

L'autore 

Giovanni Vito Distefano ha conseguito il Dottorato di ricerca in Italianistica presso l’Università di Cagliari, con una tesi sulla concezione leopardiana della poesia. Nei rari momenti in cui accantona il suo interesse per l’estetica e per l’opera di Leopardi, si dedica agli studi sul fumetto, in particolare ai graphic novel e agli adattamenti a fumetti di opere letterarie. È redattore delle riviste Portales e Between.

Andrea Cannas è ricercatore e docente di Letteratura italiana presso il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università di Cagliari. Ha già avuto a che fare in passato con Leopardi e ha scritto su autori quali Bruno, Galileo, Deledda, Pavese, Calvino, Satta, Atzeni. Non pago di ciò, si è occupato di riscritture novecentesche dei miti classici e di forma breve. Ama la canzone d’autore, in particolare De André, e il fumetto. È autore di racconti e redattore delle riviste Portales e Medea.

X